Pilastri per Recinzioni

pilastro per recinti
Un cancello, di qualunque tipologia, e realizzato in qualsiasi materiale, è, di base, una recinzione innalzata allo scopo di difendere l’abitato o per segnare i confini della proprietà, quindi per sua stessa natura deve innanzitutto rispondere ad esigenze di stabilità e resistenza. Molti non sanno che gran parte del merito, nel garantire l’equilibrio e la durevolezza della recinzione, deriva dai pilastri per recinzioni, che altro non sono che elementi simili a pali, collocati in posizioni particolari e considerati tasselli fondamentali di un cancello. I pilastri per recinzioni rappresentano a tutti gli effetti dei punti di forza, posizionati lungo il perimetro della recinzione, che danno maggiore coesione alla struttura e stabilizzano tutto il cancello, rinforzando l’intero complesso.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B00X51N08U” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B0184ED0SW” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B0184E86CW” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
Durante la fase di progettazione è importante pianificare il posizionamento dei pilastri ad una distanza ideale l’uno dall’altro per permettere una corretta distribuzione dei punti di forza nella struttura. Successivamente, nella fase di costruzione, si procede alla fase di interramento, nella quale si piazzano i pilastri per recinzioni rispettando la distanza calcolata precedentemente ed illustrata nel progetto. Questa fase consiste in una vera e propria istallazione del pilastro, e deve avvenire nella maniera più regolare possibile. In genere i pilastri, comunemente, vengono prodotti con materiali come il calcestruzzo e sono dotati di scanalature laterali, lungo la superficie, nelle quali è possibile posizionare le lastre per poi realizzare la recinzione. Le lunghezze dei pilastri utilizzati mediamente per comporre un cancello, e che vanno tenute presenti nella progettazione della recinzione sono di 2, 2,5 e 3 metri. I pilastri per recinzioni, come ogni altro elemento componente la recinzione, oltre ad assolvere ai compiti tecnici, svolgono anche delle funzioni ornamentali e di decoro del cancello, nonché di tutto il contesto. I pilastri infatti possono avere una serie di copri pilastri, per arricchirli e dar loro un tocco artistico o creativo abbinato allo stile del caseggiato, e possono essere acquistati sul mercato come prefabbricati, ed essere quindi inviati pronti presso i siti dove è in corso la costruzione. E’ molto gradevole arricchire il cancello posizionando negli angoli oppure lateralmente alle ante delle aperture, una serie di pilastri lavorati, realizzati quindi non in semplice calcestruzzo, ma in cemento, in pietra, in mattoni, in cemento martellinato e così via. A seconda del tipo di materiale usato e delle caratteristiche del giardino, del cancello o del caseggiato, i pilastri riescono ad adattarsi allo stile del contesto che li circonda; venendo lavorati con diversa forma, colore e dimensione si amalgamano con gli altri elementi decorativi ed architettonici, ma anche con le piante del giardino. In alcuni casi i pilastri possono essere oppure semplicemente somigliare a colonnine, realizzate in stile moderno o antico, terminanti piatte, a punta o a cono, possono anche ospitare vasi e piante e contribuire a dare un aspetto solenne ed importante al cancello e all’abitazione oppure a slanciare stilisticamente o a dare compattezza alla struttura.