Divano Modulare o Componibile per il Giardino

divano modulareFra i mobili da giardino, i divani sono quegli elementi che più di tutti gli altri  permettono di offrire ai visitatori un comodo appoggio per sostare e godere il massimo del relax nel proprio spazio esterno. Il divano modulare è una particolare tipologia di divano, che si compone di varie parti l’una affiancata all’altra, che formano un unico mobile quando vicine, ma staccabili ed allontanabili singolarmente a differenza degli altri modelli, che potremmo di contro definire “monoblocco”. Il divano angolare offre la possibilità di essere composto e ricomposto quando e come si vuole: questa particolarità, praticamente unica, lo rende un mobile non solo bello da vedere ma del tutto polivalente. A livello strutturale, la realizzazione  di questo divano è ben più complessa di quella di altri modelli, in quanto ogni parte può essere considerata come un mobile a sé stante. Per quanto riguarda i materiali con cui il divano può essere realizzato, questi spaziano dal legno, al metallo, ai materiali sintetici, ognuno ha le su peculiarità ed ognuno consente diverse possibilità dal lato dell’uso ed offre differenti garanzie di durata. Sul lato estetico, i divani modulari hanno le stesse caratteristiche di un divano tradizionale, ma offrono ampi spazi di creatività, in quanto si adattano a seguire linee creative, possono essere scomposti a formare disposizioni fantasiose e sono quindi facilmente personalizzabili.

Le caratteristiche strutturali e gli usi

Il divano modulare differisce dal divano tradizionale in quanto esso non è altro che la composizione finale risultante dai vari moduli affiancati l’uno all’altro. Pur apparendo a volte indistinguibile da un normale divano, quando i moduli sono in assetto unitario, esso è un insieme di parti distinte ed indipendenti, che possono di fatto essere utilizzate ognuna a prescindere dall’altra. Il divano modulare, proprio per le caratteristiche appena viste, ha due grandi particolarità:

  • da un lato, una maggiore complessità realizzativa, visto che ogni singola parte o modulo che forma il divano deve essere ultimato e considerato come fosse un elemento a sé stante. Ogni componente infatti ha un suo schienale, le sue rifiniture, anche laterali, in quanto può essere usato come elemento indipendente, e come tale deve essere rifinito in ogni minimo particolare;
  • dall’altro lato, consente grandi possibilità sul piano dell’utilizzo. Le parti possono essere impiegate nel giardino come poltroncine, e trovare spazio in diversi contesti in caso di bisogno. All’occorrenza il divano può supplire alla carenza di sedie o poltrone per accogliere ospiti, divenendo un comodo posto a sedere singolo.

In genere la struttura può essere sia composta da moduli tutti di uguale dimensione, sia da parti diverse, alcune per cosi dire portanti, che rappresentano il cuore del tavolo ed includono più posti, affiancate da componenti unitarie che ospitano una persona alla volta. Sul piano invece strettamente della costruzione, il divano modulare è pressoché identico ad ogni altro divano, cioè formato da una parte strutturale, rigida e stabile, che fa da telaio e supporto alla copertura superiore ed allo schienale, in genere realizzati in materiali morbidi e con cuscini, per permettere una sosta comoda alla persona. I materiali di costruzione sono diversi, si va dal legno ai metalli, passando sia per le fibre naturali che sintetiche, ogni materiale ha le sue caratteristiche peculiari, in grado di dare un suo contributo alla realizzazione del prodotto finale.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B00FIYKU8K” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B00K7YW23W” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B00FF33AZY” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]

Le caratteristiche estetiche e la disposizione

Il diano modulare o componibile esteticamente ha tutte le caratteristiche e le potenzialità dei divani da esterni, non ha particolarità  evidenti o caratterizzanti, almeno esteriormente, che lo contraddistinguono, ma può solleticare la creatività del proprietario, che può rielaborarne le forme organizzando di volta in volta contesti differenti. La possibilità di smembrare in più parti un grande divano modulare, fa si che esso possa essere disposto in molti modi diversi nel giardino dando un appeal sempre differente alla zona riservata agli ospiti. Se il proprietario vuole dare un look nuovo al suo salotto all’aperto, potrebbe riconfigurare il divano in modo tale da disporre i moduli in due blocchi, come se vi fossero due piccoli divani invece di uno, oppure si potrebbe creare una sorta di divano angolare, che andrebbe a cingere la zona  su due lati. A livello di scelta, cercate sempre di abbinare bene il divano al contesto in cui andrete ad inserirlo, non cercate stacchi troppo netti con l’ambiente, ad esempio, se il divano viene posto in pieno contatto con il verde delle piante, orientatevi su materiali naturali, come  legno, vimini o rattan, o almeno su colorazioni che  non stonino con gli elementi naturali. A livello di design, il divano modulare è spesso utilizzato per mobili di stampo minimalista, dalle linee fortemente geometriche e senza particolari fronzoli, dove vengono esaltate la purezza delle superfici e le forme basilari; è più difficile trovare modelli scomponibili dal design complesso oppure in stile d’epoca, in quanto sarebbe difficile andare a realizzare motivi ripetuti su ogni singola parte del divano. In generale, si può consigliare l’acquisto di un divano modulare, in tutti quei casi in cui ci possono essere esigenze spesso diverse relative all’accogliere ospiti nel proprio giardino, ad esempio se si hanno bambini, oppure nei casi in cui si frequentano spesso persone diverse, un divano del genere garantisce a tutti un posto comodo a sedere, mentre voi potrete ricomporre quando lo desiderate, un solo mobile per rilassarvi in totale relax.

Rispondi

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!