Piscine per il Giardino

piscina

Le piscine, fra tutti gli elementi da inserire in un giardino, sono strutture grandi, importanti e di grande fascino, in grado di condizionare molto fortemente l’ambiente, esercitando influenza sia sullo spazio verde che sul caseggiato. Spesso nel passato, sono state considerate indice di sfarzo e ricchezza, ma oggi, grazie ai nuovi materiali di costruzione, non sono più soltanto un lusso per pochi, e sono diffuse in ogni genere di abitazione.

Le piscine, per quanto possano essere semplici, sono strutture che non si limitano soltanto ad una vasca impermeabilizzata e piena d’acqua, sono molto di più: esse rappresentano infatti sia un complemento per arredare ed arricchire il giardino, ma anche un sicuro mezzo per divertirsi e creare occasioni di incontro. Con una piscina sarete in grado di arredare il giardino in maniera molto decorativa: essa infatti farà fare un salto di qualità a tutta l’abitazione in generale, permetterà di sfruttare la bellezza dell’acqua e dei fenomeni di rifrazione tutto intorno. Questi elementi, con le loro decorazioni, vi permetteranno inoltre di esprimere ogni fantasia e idea creativa. Esistono in commercio tanti tipi di piscina, in genere potremmo suddividerle in due grandi tipi: le piscine interrate e quelle fuori terra; queste a loro volta possono essere realizzate in diversi materiale, e modelli differenti, per grandezza, profondità e struttura. Realizzare un elemento del genere nel proprio spazio all’aperto, permetterà inoltre di godere di momenti di assoluto relax, oppure di organizzare feste con amici e parenti.

Porre una piscina nella propria abitazione porta con sé anche tutta una serie di tematiche correlate: infatti spesso, nel progettare una tale struttura, bisogna considerare anche altre caratteristiche del contesto circostante, come la pavimentazione, la vegetazione, e tutta una serie di complementi, come sedie a sdraio e tavoli, ma anche ombrelloni, tappetini e tanti altri accessori.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B004TTDYLA” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B005DUW6EK” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B000O1B04U” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]

I diversi tipi di piscina

Nel momento in cui si decide di accogliere una piscina all’interno del proprio giardino, bisogna pensare al tipo di struttura che vogliamo acquistare. Anche se ogni piscina è diversa dall’altra, in generale è bene distinguere fra due categorie di elementi, molto diversi l’uno dall’altro:

  • la piscina interrata;
  • la piscina fuori terra;

Queste due tipologie non presentano solo differenze strutturali, ma anche nell’entità dei costi da sostenere per il loro impianto. Da un punto di vista artistico, offrono entrambe spunti decorativi e sono tutte e due un valido modo, anche se diverso, per completare un giardino. Qui sotto le vedremo più nello specifico.

La piscina interrata

La piscina interrata è realizzata a livello del suolo, e consiste in una struttura che non invade lo spazio al di sopra della superficie, ma si estende in profondità al di sotto del livello del suolo. Le piscine interrate, sono il modello più classico nell’immaginario comune, rappresentano il modello di piscina per antonomasia. Se ne vedono modelli di qualunque forma, realizzate in materiali molto diversi, anche molto differenti l’una dall’altra. Queste piscine possono essere anche realizzate direttamente dal cliente, in fase di progettazione, e venire quindi facilmente personalizzate, nelle dimensioni, nella forma e nella profondità che si desidera, ma anche nel tipo di fondale e negli accessori.

Realizzare nel proprio giardino la piscina dei propri desideri è spesso davvero motivo di vanto, ma purtroppo bisogna sostenere una spesa che non tutti possono permettersi. Se non si vogliono sostenere costi di progettazione e di montaggio, esistono anche modelli che possono essere acquistati prefabbricati, che fanno risparmiare una parte dei costi per il lavoro. Lo svantaggio delle piscine interrate, è che bisogna sostenere per forza costi per gli scavi e per l’allaccio alla rete idrica, e che inoltre è necessario che il terreno, nel sottosuolo, sia facilmente lavorabile, o meglio, che non presenti impedimenti come radici o altre strutture interrate.

La piscina fuori terra

La piscina fuori terra è una tipologia di piscina nettamente diversa da quella interrata, infatti, questa di cui stiamo parlando, si pone al di sopra del suolo, con le pareti sporgenti, e così non richiede lavori di scavatura. Questi modelli sono molto più semplici da impiantare in un giardino, e per questo, in genere meno costosi rispetto alle piscine interrate. Sono molto facili da reperire prefabbricati, e dopo alcune pratiche di montaggio, sono subito pronte all’uso, mentre la piscina interrata può richiedere lavori di diverse settimane.

Le piscine fuori terra negli ultimi anni, sono una soluzione sempre più diffusa, soprattutto nelle zone vicine ai centri urbani: dove infatti non c’è disponibilità di spazio, è difficile costruire una piscina interrata, mentre la piscina fuori terra è molto più semplice da collocare, ed offre quasi lo stesso comfort e la stessa possibilità di divertimento dell’altro tipo di piscina. Possiamo trovare le piscine fuori terra in diversi tipi:

  • piscine morbide o gonfiabili: sono le piscine fatte di materiali plastici gonfiabili. Vanno dalle piscine per bambini fino a modelli anche molto elaborati;
  • piscine rigide: realizzate in materiali indeformabili, in pvc, od in plastica rigida sono strutture solide.

In generale le piscine fuori terra inizialmente non erano molto apprezzate, anzi, erano quasi considerate un ripiego: oggi invece, in seguito alla grande diffusione degli ultimi anni, sono migliorate anche molto sul piano funzionale ed anche stilistico. Infatti, i modelli presenti in commercio, hanno molte caratteristiche in più rispetto al passato,come la possibilità di essere chiusi e riposti negli interni durante l’inverno.

Sul piano qualitativo e decorativo, le piscine fuori terra oggi vengono lavorate e rivestite con materiali molto belli da vedere, come il legno, oppure anche metalli, come l’acciaio.

Materiali di costruzione

Una piscina, anche a seconda del tipo, cioè se interrata o fuori terra, può essere realizzata in differenti materiali:

  • piscina in legno: in genere è realizzata fuori terra. È una struttura impermeabile e rivestita in questo materiale naturale, che è in grado di adattarsi molto bene al contesto dello spazio verde, è un buon isolante termico ed è inoltre molto elegante;
  • piscina in cemento armato: rappresentano la forma più classica di piscina, e sono strutture molto solide e durature, ma anche di grande fascino. La loro peculiarità sta nel fatto che possono essere lavorate e personalizzate in migliaia di modi diversi, con ogni tipo di piastrelle e pavimentazione;
  • piscina in muratura: insieme alla piscina in cemento armato, è uno dei modelli più diffusi e conosciuti. Le piscine in muratura sono le classiche piscine interrate, molto variabili nel design e nella struttura, sono in genere lavori molto pregevoli e particolarmente belli da vedere;
  • piscina in pvc: la piscina in pvc il pvc è un materiale plastico ed impermeabile, adatto per natura a realizzare vasche, ma anche semplicemente per rivestire vasche in acciaio od in cemento;
  • piscina in vetroresina: è realizzata in materiale plastico rinforzato, e può essere sia interrata che fuori terra. Sono resistenti e relativamente facili da piazzare. Non necessitano grandissima manutenzione e sono facili da personalizzare. In genere vengono realizzate vasche prefabbricate, che vanno sotto il nome di monoblocco.
[AMAZONPRODUCTS asin=”B001IWNDDA” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B00R8267PK” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B00FCT5P9K” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]

Forma e dimensioni

La piscina è una componente molto importante per l’arredo di un giardino, capace di stravolgere l’aspetto di tutto il contesto, non solo dello spazio verde. Molto dipende già dalla conformazione stessa della struttura, che può essere classica, ovvero di forma geometrica, rettangolare ed allungata, oppure tonda, arcuata, oppure curvilinea: scegliete voi se dare al contesto un tocco fantasioso ed estroverso oppure un’immagine raffinata tramite il rigore delle forme. Le dimensioni di una piscina non devono per forza essere molto grandi; per arredare un giardino, riempire uno spiazzo, oppure semplicemente per divertirsi, non servono necessariamente lavori faraonici. Basta pensare, a questo riguardo, alle piccole piscine con idromassaggio, a volte grandi semplicemente per ospitare due persone e non di più. La profondità delle piscine, è anch’essa variabile da modello a modello, ed a seconda dei gusti della persona. In genere la profondità è variabile da zona a zona del fondale, tende a scendere in maniera obliqua, e per facilitare la locomozione, potreste realizzare anche eventuali scalini. Per quanto riguarda infine i bordi, considerate che potete scegliere se farli rialzati dal suolo o sommersi.

Possibilità d’arredo

Le piscine, dal punto di vista dell’arredo, sono un elemento davvero di grande impatto, grazie alle decorazioni ed ai colori. Parlando di piscine interrate, esse possono avere una struttura più o meno decorativa a seconda dei modelli, ed avere tutta una serie di fregi artistici più o meno accentuati. Per quanto riguarda invece la colorazione, potremmo semplicemente dire che esse offrono alla vista un’esplosione di colori. Possono essere decorate e rifinite con piastrelle di ogni dimensione e colore, capaci di riprodurre qualunque fantasia, sia sulle pareti che sul fondo, fino al bordo della vasca. Quando iniziate a pianificare la colorazione, cercate sempre di trovare un buon abbinamento fra i colori dei bordi della piscina e le tinte del fondo, dopodiché potete sbizzarrirvi con tutte le tipologie di mattonelle, realizzando ad esempio motivi a mosaico. I colori più ricorrenti nella pavimentazione del fondale e dei bordi di una piscina sono il bianco, il crema, il blu ed il verde. Ogni struttura poi potrà essere poi circondata da vegetazione e piante adatte tutte intorno alla vasca, che faranno da complemento alla piscina. Esse contribuiranno a comunicare una spiccata sensazione di vitalità a tutto il giardino, soprattutto se decidiamo di porre intorno all’area piante da fiore o arbusti da frutta.

Accessori piscina

Avere una piscina in giardino, permette di divertirsi in compagnia oppure di godere attimi di relax nella pace del proprio spazio verde all’aperto. Per abbellire la piscina, oppure per renderla più funzionale, potrete arredare la zona circostante con tutta una serie di complementi, quali:

  • scalette, per facilitare l’ingresso e l’uscita dall’acqua;
  • tappetini per non perdere l’equilibrio e scivolare;
  • teloni da piscina, per la protezione durante i mesi invernali;
  • tavoli da giardino, dove organizzare rinfreschi con gli amici;
  • sedie da giardino, sedie a sdraio, oppure lettini, dove asciugarsi al sole fra un tuffo e l’altro;
  • ombrelloni, per tenere gli oggetti al riparo dal sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!