Piscina in Legno per il Giardino

piscina in legno

Durante la stagione estiva, poter disporre di una piscina in legno in giardino, permette di avere una piacevole soluzione contro il caldo e l’afa direttamente sotto casa. Le piscine in legno sono strutture molto belle, di grande fascino, oltre che funzionali. Quando parliamo di piscine in legno, ci riferiamo a piscine in vetroresina del tipo fuori terra rivestite da pannelli in legno/i>. Sempre più frequente è l’uso del legno sia nell’arredamento esterno che nell’arredamento interno, questo sia per la crescente attenzione all’ecologia, sia per la bellezza estetica di questo materiale che bene si combina con molti altri materiali ma soprattutto risulta sempre in armonia con l’ambiente esterno.

Questo tipo di piscina è in continua espansione per quanto riguarda il commercio, sta prendendo sempre più piede sul mercato perché è un ottimo compromesso tra l’eleganza di una piscina interrata e l’economicità di una piscina fuori terra, insomma come si suol dire ha un ottimo rapporto qualità-prezzo. Il rivestimento di tali piscine può essere realizzato al momento del montaggio della piscina, ma anche in un secondo momento e ha il vantaggio di poter essere realizzato sia da tecnici che del proprietario stesso della piscina, dopo che quest’ultimo si sia procurato il materiale necessario che è disponibile anche nei negozi del fai da te.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B00UBW053Y” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B00UBVZUPI” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B00KE1XYE4″ locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]

Potenzialità artistiche

Una piscina in legno è sinonimo di classe ed eleganza ed ha un ottimo impatto con l’ambiente circostante. Nell’arredamento di un giardino gli elementi in legno spesso usati sono poltrone, tavoli, sedie, gazebo… una piscina in legno è l’ideale da adattare a questi altri elementi. Il legno è un materiale organico, elegante, capace di abbinarsi molto bene a qualunque elemento naturale, come alberi ed arbusti, non appesantisce la vista, ed è in grado di abbinarsi perfettamente ad ogni tipo di ambiente.

Montaggio e manutenzione

In generale, nel momento in cui si vuol posizionare una piscina in legno, si può acquistare direttamente un modello in tale materiale oppure acquistare una piscina in vetroresina e decidere in un secondo momento di trasformarla in una piscina in legno, acquistando presso appositi negozi il materiale per il rivestimento. Se i pannelli in legno vengono montati da chi acquista la piscina, è necessario che prima di montarli, ci si accerti della qualità del materiale per evitare che i pannelli debbano sempre essere sostituiti o riadattati alla vasca.

Una piscina in legno, essendo l’anima composta da un’unica vasca di vetroresina, si può adattare ad ogni terreno, purché sia stato prima livellato,onde evitare dislivelli della piscina con conseguente fuoriuscita dell’acqua dalla vasca. Il legno utilizzato per queste piscine deve essere trattato con appositi prodotti, in quanto il legno sarà in continuo contatto con l’acqua e bisogna preservarlo nel tempo per evitare una sostituzione dei pannelli. Con gli stessi trattamenti deve essere preservato il legno che eventualmente costituisce la pavimentazione circostante la piscina e la scaletta per l’ingresso nella vasca. Se nel giardino dove si trova la piscina vi è la presenza di animali, è bene fare una recinzione intorno alla vasca, in questo caso una recinzione di legno sarebbe l’ideale.

Di solito i pannelli mantengono il loro colore naturale, ma se lo si desidera, si possono colorare con le diverse tonalità del legno e anche di altri colori come il bianco, ma la bellezza di una piscina in legno è il colore di questo materiale, quindi a meno che non ci siano particolari necessità si consiglia di mantenere il colore naturale. È buona abitudine coprire la piscina con un telo durante il periodo invernale o costruirvi un gazebo chiuso, in modo da evitare l’accumulo delle acque piovane e di elementi che possano sporcare o danneggiare la piscina ed il suo rivestimento in legno.

La costruzione di una piscina è un investimento che con un’accurata manutenzione risulterà più che assorbito nel tempo. Quando ci si accorge che i pannelli di legno presentano delle imperfezioni o dei danni è meglio tentare di correggere subito il difetto per evitare di doverli sostituire interamente, infatti la sostituzione comporterebbe dei costi in più che è meglio evitare, quando possibile. Se si desidera mantenere inalterata la temperatura dell’acqua anche durante le ore notturne, per poter usufruire della piscina sin dalle prime ore del giorno seguente, si pone un telo isotermico sulla vasca.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B00GULOU54″ locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B0080CLI10″ locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B004RFDN1C” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]

Costi

I costi di una piscina in legno sono mediamente inferiori rispetto a quelli di una piscina interrata.

Se i pannelli in legno si acquistano unitamente alla piscina la spesa sarà unica, se invece i pannelli si acquistano separatamente la spesa sarà divisa in due tempi, ma se si ha la somma necessaria a disposizione è sempre meglio finire i lavori in una sola volta, così si potrà beneficiare sin da subito della bellezza di una piscina in legno. Per non eccedere con la spesa è necessario calcolare preventivamente la forma e la lunghezza della piscina, in quanto anche in base alle dimensioni variano i costi. Ovviamente il costo dei pannelli varia anche a seconda del tipo di legno di cui sono composti, ma in questo caso la variazione di prezzo non è molto incisiva.

Un ulteriore costo è dato dalla manutenzione del legno, dall’uso dei prodotti ad un’eventuale riverniciatura, ad un ipotetico rimontaggio dei pannelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!