Piscine Prefabbricate per il Giardino

piscina prefabbricata

La piscina è una struttura tipica dei giardini i grandi dimensioni, ma non solo, che permetterà in estate, di immergervi nelle sue fresche acque e di avere una pausa dal caldo. Chi vuole sistemare una piscina nel proprio spazio all’aperto, ma non vuole dover provvedere alla progettazione delle misure, può ricorrere alle piscine prefabbricate, che comprendono sia modelli interrati che opere fuori terra. Esse sono modelli già costruiti e completi, sono vasche utilizzabili in pochissimo tempo dopo l’acquisto, oppure che hanno bisogno soltanto dei lavori di scavo o di livellamento del suolo per essere posizionate nel giardino. Ogni modello può essere comodamente scelto e selezionato da un catalogo, in base alle caratteristiche che più vi interessano, poi in alcuni casi può essere personalizzato direttamente, con i liner di diversi colori, con gli skimmer per il ricambio dell’acqua e tutti gli altri accessori. La piscina prefabbricata insomma, garantisce tutte le stesse qualità di una normale piscina, senza l’aggravio delle spese e del tempo necessario alla progettazione.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B00QRWT5RO” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B004TTDYLA” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B00FCT5P9K” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]

I materiali di costruzione

Le piscine prefabbricate comprendono numerosi tipi di strutture, realizzati in differenti materiali, a seconda degli scopi e della qualità i cui avete bisogno. Per fare un elenco, si possono citare:

  • piscine in legno: prefabbricate in materiale naturale, bello da vedere e facile da adattare a qualunque ambiente senza troppi problemi. In genere vengono utilizzati legnami scuri, ed i modelli di questa piscina sono tutte strutture fuori terra;
  • piscine in vetroresina: sono modelli realizzati in materiale artificiale, molto resistente e duraturo nel tempo, assicurano una durata di parecchi anni e in generale una buona affidabilità. Sono le più facili da personalizzare, e disponibili in una vasta gamma di colori;
  • piscine in plastica: sono per lo più vasche di piccole dimensioni, e per lo più fuori terra, gonfiabili o rigide. Sono facili da reperire sul mercato, le si trovano in una miriade di modelli molto diversi fra loro, e non sono molto costose;
  • piscine in acciaio: sono vasche prefabbricate, in genere di grani dimensioni, utilizzate per realizzare poi le strutture interrate. Sono molto adatte come base per le grandi piscine interrate rifinite in cemento
  • piscine in cemento: sono vasche monoblocco, realizzate in cemento precompresse, e sono dotate di bordo con skimmer oppure a sfioro. Costano meno rispetto alle opere realizzate su progetto, ma hanno le stesse funzionalità e gli stessi sistemi per la circolazione dell’acqua.

I vari modelli

Le piscine prefabbricate si trovano sul mercato in moltissimi modelli molto differenti fra loro per forma, colore, diverse in ogni particolare. I costruttori di piscine prefabbricate infatti, se non possono personalizzare al 100% il loro prodotto, in quanto queste sono già pronte all’uso, cercano di venire incontro ai desideri del cliente mettendo sul mercato una grande varietà di alternative. I modelli differiscono per quanto riguarda la dimensione e la profondità. In genere le piscine interrate possono avere il classico prolungamento detto penisola, oppure essere più semplici, ma altrettanto eleganti, con forma più semplice, rettangolare, quadrata, ovale o circolare, e poi possono essere personalizzate in un secondo momento, con la pavimentazione e le diverse rifiniture. A volte possono ospitare anche strutture per idromassaggio. Discorso leggermente diverso per le piscine fuori terra, che invece sono strutture più semplici, ma non per questo meno belle da vedere. Le dimensioni di questi modelli vanno dai  8/10 metri quadrati in su, molto dipende anche dal materiale. Per quanto riguarda la profondità, anche questa è molto variabile, ed in genere sul mercato potrete trovare, tra le tante proposte, strutture la cui profondità varia da anche meno di un metro, per le piccole piscine in plastica rigida per bambini, fino alle grandi vasche che abbelliscono le ville e possono avere anche più di un metro e mezzo di profondità. Qualunque sia il modello di cui avete bisogno, ognuno può essere corredato o meno di accessori, come il liner, per la tenuta stagna e la colorazione della piscina, oppure faretti per la visibilità notturna, ed hanno bisogno di kit per il funzionamento, comprendente una pompa per il ricircolo dell’acqua, dotata o meno di skimmer e di filtri.

Il montaggio ed i lavori

A seconda se la piscina prefabbricata che intendete acquistare, è una piscina interrata o fuori terra, dovremo prevedere diversi tipi di lavorazione prima di poter utilizzare la piscina. Questi lavori vanno affrontati in fase di impianto, e vanno praticati con cura per evitare errori e disturbi futuri. In particolare:

  • se la piscina prefabbricata è un modello fuori terra, dovremo provvedere a lavori di livellamento e pulizia del terreno. Il terreno infatti dovrà essere livellato e pianeggiante, altrimenti la piscina rischia di essere pendente, con annesse perdite d’acqua e fastidi alla stabilità della struttura. Naturalmente questo vale in particolare per piscine di grandi dimensioni.
  • se la piscina è invece interrata, bisognerà portare a termine i lavori di scavo, la cui complessità è direttamente in relazione al tipo di terreno e della dimensione dell’invaso.

Manutenzione

Le piscine prefabbricate hanno diversi trattamenti a seconda del materiale con cui sono state realizzate. È chiaro che se stiamo parlando di opere rivestite in legno, ad esempio, la manutenzione sarà complessa e costante, mentre se si tratta di prefabbricati in acciaio o in vetroresina, le operazioni saranno più semplici, in quanto il materiale non si deteriora, ma dura negli anni. Affinché l’acqua sia sempre limpida e al riparo dagli insetti, che potrebbero invadere l’invaso, conviene utilizzare appositi prodotti repellenti da addizionare all’acqua, innocui per l’uomo. Per evitare che le foglie o le erbe ostruiscano le bocche per il ricambio dell’acqua, conviene pulirle con attenzione, affinché l’acqua sia sempre in movimento. In ultimo, vi ricordiamo di coprire le piscine con teloni, soprattutto in inverno, quando la piscina è praticamente inutilizzata.

I costi

Le piscine prefabbricate in generale costano meno delle strutture realizzate direttamente sulla base di progetti personali, tuttavia è un discorso molto generico questo, in quanto poi il prezzo cambia direttamente in relazione al materiale con cui è fabbricato il singolo prodotto, ma anche in base alle dimensioni. Le piscine prefabbricate in cemento sono fra le più costose, con un prezzo che può superare i 30000 euro, ma si aggira intorno alla metà per i modelli di medie dimensioni; il costo aumenta drasticamente. Le piscine in acciaio hanno un prezzo superiore ai 10000 euro, e lo stesso vale per i prefabbricati fuori terra rivestiti in legno, che però possono lievitare di prezzo in base al legno che viene utilizzato ed ai trattamenti anti acqua che subisce. I modelli più economici in assoluto sono i kit pronti, comprendenti vasca ed attrezzi, che hanno un prezzo notevolmente inferiore ai precedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!