Fioriera in Plastica per il Giardino

fioriera in plastica
Le fioriere in plastica sono contenitori concavi, di forma e dimensione variabile, concepiti per ospitare fiori e piante colorate. La fioriera in plastica, come ogni tipo di fioriera, ha lo scopo di far si che le piante possano crescere e svilupparsi liberamente anche staccate dal suolo. In questo modo le piante nella fioriera potranno abbellire e decorare giardini, finestre, balconi e terrazze. La plastica è un materiale dai mille usi, e che già da qualche decennio è stata utilizzata con successo per realizzare tutta una serie di applicazioni nell’arredamento del giardino. Non da molto, infatti, la plastica ha fatto registrare un grande sviluppo nel settore del giardinaggio, tanto da rappresentare un’alternativa validissima per sostituire anche le fioriere o gli altri elementi in legno o in pietra, più tradizionali. L’utilizzo della plastica per la costruzione e la produzione delle fioriere è sicuramente una scelta che permette di sfruttare tutte le potenzialità di natura tecnica della plastica, ovvero un materiale plasmabile per eccellenza, facile da modellare e lavorabile a basso costo, che permette la creazione di modelli molto diversi fra loro per forma e  colore. La plastica permette anche di esprimere tutta una serie di potenzialità decorative, e soprattutto fa si che non ci siano modelli convenzionali di questa fioriera, ma sono bensì tutti diversi fra loro.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B002NU5ZPU” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B00HWUPFMO” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B00ISVK89Q” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]

Le caratteristiche tecniche della fioriera in plastica

La plastica è un materiale artificiale, non è organico come il legno, né naturale come la pietra, anche se non è nobile come questi, presenta una serie di qualità fisiche e tecniche che l’hanno comunque fatta apprezzare al grande pubblico di appassionati di giardinaggio. Le qualità di questo articolo sono:

  • Leggerezza: la fioriera in plastica può essere facilmente trasportata e spostata da un luogo all’altro con facilità;
  • Longevità: questo materiale non si rovina facilmente, e resiste a lungo nel tempo;
  • Maneggevolezza: i modelli che stiamo analizzando sono facili da posizionare e da piazzare nei vari luoghi;
  • Impermeabilità: la plastica non assorbe né viene attraversata da liquidi;
  • Plasmabilità: la facilità di lavorazione permette infinite forme di espressione, e la possibilità di esprimere ogni fantasia e design;
  • La plastica non risente di freddo, usura, non si rovina come il legno e resiste agli sbalzi termici;
  • Essendo un materiale artificiale, non è neanche attaccato da animali,parassiti funghi o muffe.

La plastica, come abbiamo visto, non ha bisogno di una continua attività di manutenzione per essere conservata a lungo, e quindi, non vi costringe a continue opere di pulitura per prolungarne la vita utile. La plastica inoltre è apprezzata per la sua economicità: essa infatti è poco costosa, molto più conveniente del legno o della pietra. Le fioriere in plastica tuttavia hanno prezzi molto variabili: sono bassi per oggetti semplici e schematici, ma possono aumentare per quei modelli più decorativi e dalla lavorazione complessa e raffinata.

Modelli di fioriera in plastica

Le fioriere in plastica possono avere innumerevoli lavorazioni e prendere le sembianze più diverse, riproducendo strutture classiche oppure dar vita alle fantasie più estroverse e complesse. Proprio a questa capacità è dovuta la grande diffusione di questo tipo di fioriere, che infatti possono accontentare ogni tipo di necessità del cliente. Sul mercato, di conseguenza, possiamo trovare facilmente un infinità di modelli e prodotti di questo tipo, in grado di adattarsi ad ogni ambiente, ad ogni stile, sia del caseggiato che del giardino, come del balcone o del terrazzo. La plastica è un materiale caratterizzato dalla straordinaria facilità di produzione e lavorazione, e può essere plasmata in qualunque forma, e in ogni dimensione. Vediamo uno alla volta questi tre punti.

  • Dimensione: le fioriere in plastica vengo realizzate in modelli di stessa forma ma diverse dimensioni per adattarsi alle dimensioni della pianta o per seguire la loro evoluzione in ogni fase dello sviluppo. I prodotti sono pi piccoli o più grandi, oppure più o meno profondi a seconda delle esigenza di spazio necessarie alla vita del vegetale;
  • Lavorazione: la superficie della fioriera in plastica può essere di tipo differente a seconda del modello. Mentre il legno e la terracotta sono ruvidi, e la pietra può essere liscia, la plastica può avere una superficie liscia o ruvida, reticolata, o comunque non convenzionale. La fioriera in plastica inoltre può essere rivestita in altri materiali come il legno, oppure può subire una lavorazione che la rende migliore dal punto di vista dell’isolamento termico, realizzando il prodotto con più strati diversi.
  • Forma e sagoma: le fioriere in plastica non hanno uno standard nella forma che possono assumere, ma sono in grado di ricoprire tutta una serie di possibilità: ne troviamo di semplici, dalla sagoma quadrata, rettangolare, spigolosa, oppure arrotondata: sono forme classiche, immortali e continuamente riproposte, che si adattano ad ogni ambiente senza stravolgerne la struttura. Da queste basi geometriche, mano a mano si sono aggiunte decorazioni, linee, disegni più o meno particolari. In ultimo abbiamo le forme totalmente nuove, particolari ed esuberanti, che esprimono grande creatività ed esuberanza.
[AMAZONPRODUCTS asin=”B004DMX5QC” locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B00P0VTRI0″ locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]
[AMAZONPRODUCTS asin=”B014I5DVB2″ locale=”it” desc=”2″ ][/AMAZONPRODUCTS]

Potenzialità decorative della fioriera in plastica

Abbiamo visto che grazie alla facilità di lavorazione si trovano in commercio una moltitudine di prodotti realizzati in plastica, tanto differenti fra loro da creare a volte, l’imbarazzo della scelta.  Abbiamo anche detto che le fioriere in plastica possono essere rappresentate da tutta una serie di modelli, da quelli più semplici ai più complessi; quello che ancora non abbiamo analizzato sono le caratteristiche artistiche, anche queste pressoché illimitate. La fioriera in plastica infatti può assecondare ogni fantasia del cliente, da quella più semplice e formale, fino ai design più arditi; anche dal punto di vista del colore, la fioriera può essere decorata o spoglia, può avere tinte unite, accese o spente, oppure può essere variopinta ed allegra: i colori possono essere caldi, freddi e mescolati, tutto questo la rende adatta a mille soluzioni, ad abbellire gli ambienti ed a potenziare l’effetto visivo dei fiori. Infatti:

  • forme semplici, geometriche e schematiche di fioriera, si adattano ad ambienti non troppo ricchi e sfarzosi, come giardini di città o case di campagna;
  • forme invece inusuali e complesse possono arricchire ambienti importanti, dando lustro e decoro, possono abbellire ricchi ambienti e farli ancora più raffinati, anche se per certi versi non hanno quell’eleganza che invece hanno elementi in pietra

    I colori possono riprodurre tinte naturali o possono essere accesi e fantasiosi:

  • le fioriere in plastica possono avere tinte sul marrone o sul nero, che ridanno ad elementi naturali e tendono a passar inosservati, anche in contesti aperti
  • altre possibilità sono offerte dai prodotti con colorazioni forti, tinte insolite, colori vivaci, accesi e fantasiosi, sono articoli questi, molto creativi ed insoliti, spezzano la noia di giardini troppo statici ma vanno utilizzate con cura per evitare errori stilistici tipicamente grossolani.

Se si opta per l’acquisto di una fioriera in plastica, spesso la scelta del prodotto giusto può essere un po’ problematica. Per fare una scelta corretta, le regole sono semplici, cioè:

  • teniamo sempre a mente la dimensione del prodotto al tipo di pianta, alla grandezza, o al numero di piantine da porre nell’invaso;
  • abbiniamo il modello all’ambiente circostante, mettendo in relazione le forme ed i colori. Ad ambienti rustici, cascine, case di campagna, la plastica non si addice granché, ma sarebbe preferibile la terracotta o il legno. Se proprio vogliamo optare per la plastica, scegliamo almeno fioriere dai colori sommessi e non troppo vistosi, che non  spezzino troppo con il contesto. In ambienti invece cittadini, urbani, il vaso in plastica può anche essere colorato in maniera più o meno vivace, per dare tocchi di colore che rendano il contesto meno grigio e freddo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!